Gli SpecialiGli Speciali

utilitaUtilità

 

utilitaRadio Interviste

 

utilitaStrumenti

 
RSU UGL
Traduci Pagina
Seleziona lingua per la traduzione
 
assistenza legale
Avvocato risponde
Problemi legali? Contattaci è gratuito!
 
I nostri Giornali
Tieniti informato:

La Meta Sociale
la META sociale

L'Informazione Solidale
L'Informazione Solidale
 
 
 

Tag CloudTag Cloud

 
rss

Africa

 

CONFERENZA STAMPA UGL IN NIGERIA
Abuja 17/10/2008


Sono stati presentati oggi in Nigeria i progetti di cooperazione e immigrazione consapevole creati dalla partnership tra il Sindacato Emigrati Immigrati Ugl (Sei Ugl), della Ong Ciscos Ugl e della ‘Society for care and value re-orientation’ (Scavro). L’evento si è svolto alla presenza dei ministri degli Interni, del Turismo, della Cultura e dell’Orientamento nazionale, dell’Ambasciatore italiano in Nigeria Massimo Baistrocchi, del Capo dell’Ufficio governativo per l’immigrazione, del Naptiv (Ente governativo che lotta contro la tratta degli esseri umani). Il responsabile nazionale del Sei-Ugl Luciano Lagamba, il presidente del Ciscos-Ugl Patrizia Del Ninno, il presidente della Scavro Barbara Odoh hanno illustrato le linee guida di questa importante iniziativa. L’iniziativa ha riscontrato grande interesse da parte delle istituzioni e dei media locali. “Siamo riusciti – ha spiegato Luciano Lagamba – a centrate l’obiettivo di questo progetto: costruire una rete di collaborazioni con l’Ambasciata, il Governo nigeriano e tutti gli Organi istituzionali locali”. Sono state inoltre siglate delle intese con i responsabili dell’Agenzia nazionale per l’immigrazione per progetti volti a promuovere campagne di informazione capillari sul territorio. L’iniziativa è stata già sperimentata e si affianca alle altre che sono già state messe in campo in latri paesi negli ultimi mesi con l’apertura di sedi in diverse località fra le quali il Senegal, l’Albania, la Romania e il Pakistan. “Abbiamo scelto di operare in paesi difficili – ha aggiunto Lagamba – ma ricchi di potenzialità e di risorse umane. Il nostro obiettivo è quello di sostenere una immigrazione consapevole, informando il cittadino straniero che intende venire nel nostro Paese su quali sono i suoi diritti e suoi doveri e, soprattutto, su quali rischi si possono correre affidandosi a persone senza scrupolo che, una volta in Italia, mostrano il loro reale volto, fatto di soprusi e sfruttamento”.

 




IMMIGRAZIONE, INTESA UGL–AMBASCIATA COSTA D’AVORIO
Roma 24/7/2008


Favorire una immigrazione consapevole attraverso campagne informative e formative, coinvolgendo le scuole e i mass media, per aumentare la conoscenza della normativa vigente in materia di immigrazione nonché le condizioni di vita, di studio e di lavoro italiane. Questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa siglato oggi tra l’Ugl e l’Ambasciata della Costa d’Avorio alla presenza del segretario generale dell’Ugl, Renata Polverini, e dell’ambasciatore della Costa d’Avorio in Italia, Gbaka Richard Zady. Il Protocollo rappresenta un’occasione per rafforzare i vincoli di fratellanza che uniscono le due comunità e punta inoltre a favorire nei paesi destinatari dei flussi migratori, in particolare in Italia, politiche di accoglienza rispettose dei diritti universalmente riconosciuti. Con questa intesa le parti si sono impegnate ad offrire servizi specifici per gli immigrati al fine di sostenerli dal loro arrivo nel paese di destinazione favorendo una piena integrazione; a fare pressione sul governo nazionale affinché le forme di immigrazione legale trovino maggiori tutele; a favorire i processi di integrazione con particolare attenzione agli insegnamenti impartiti nelle scuole e all’informazione attraverso i mass media, poiché la piena integrazione passa anche per la reciproca conoscenza e il reciproco rispetto.




Italiani all’estero; Senegal; SEI/UGL e Patronato ENAS inaugano la nuova sede sindacale a Dakar.
Dakar 15/9/2007

E’ stata inaugurata, nella città di Dakar, la nuova sede Sindacale del SEI/UGL - Sindacato Emigrati/Immigrati per l’integrazione, con la collaborazione del Patronato ENAS/UGL ed il sostegno del CISCOS/UGL - Centro Internazionale Sindacale per la Cooperazione e lo Sviluppo del sindacato Ugl - che promuove la solidarietà e lo sviluppo sociale nei paesi del terzo mondo, e dovunque vi sia emarginazione. All’evento, che ha avuto luogo presso la Maison de la Culture Douta Seck, hanno partecipato autorità Diplomatiche e locali, e rappresentanti dell’associazionismo italiano/senegalese. Nel corso della conferenza stampa, organizzata dalla delegazione sindacale composta da Luciano Lagamba - Responsabile del SEI/UGL, Patrizia Del Ninno – Presidente del CISCOS, Aldo Di Biagio – Responsabile dell’Estero del Patronato ENAS/UGL, e Gueye Mourtalla - referente Senegalese dell’UGL di Genova, Luciano Lagamba ha espresso soddisfazione e felicità “perché – ha affermato - rafforziamo quel legame che unisce i nostri popoli costituendoci come trait d’union fra l’Africa e l’Europa, con l’opportunità di offrire ai cittadini senegalesi, che vogliano recarsi nel nostro Paese, informazioni, tutela ed assistenza. Lo scopo dell’apertura della sede sindacale in Senegal – ha aggiunto – è quello di essere punto di riferimento per la comunità senegalese in Italia e per i loro parenti”. Questa iniziativa ben si coniuga con il progetto per l’istituzione della "Consulta dell’Immigrazione", al quale stanno lavorando il SEI UGL ed ENAS UGL con l’obiettivo – ha spiegato Di Biagio – “di dare sostegno e difesa alla dignità di ogni lavoratore, in particolar modo, verso chi si trova lontano da casa e ha ancora più bisogno di punti di riferimento precisi ed affidabili”.